Annunci online
Cancella

2 risultati nella tua ricerca di annunci

Tribunale di Pavia (ex Vigevano)

Fallimento 32/2012

Curatore Dott.ssa R. Viotti e Dott. M. Zampollo 
Giudice Dott. Rizzi

I Curatori del fallimento rendono noto che è stata presentata un'offerta irrevocabile per l'acquisto al prezzo di Euro 700,00= (settecento virgola
zero zero), oltre imposte, della seguente unità immobiliare:

LOTTO UNICO
Fg. 52 p.lla 1423: porzione di strada a fondo chiuso di mq 200 circa con accesso da Viale dei mille – Vigevano / Via Tre Colombaie

Si invita a far pervenire entro le ore 12.00 del giorno 5 giugno 2017 presso lo studio del dott. Mauro Zampollo (Via Manara Negrone n. 50 - Vigevano ) eventuale OFFERTA irrevocabile pari o superiore a
quella già pervenuta (accompagnata da cauzione per l’intero prezzo offerto), con obbligo di provvedere, unitamente alla presentazione dell'offerta, al deposito di una cauzione pari al 100 % del prezzo offerto
mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Fallimento IMMOBILIARE URSUS S.R.L.". Il giorno 06.06.2017 alle ore 09,30= presso lo studio del dott. Zampollo si procederà a verificare la validità
delle offerte e, in caso di più offerte valide, ad una eventuale gara informale, con rilanci minimi non inferiori
ad € 100,00.

Maggiori dettagli all'interno della documentazione allegata.

 

 

 

 

Data Pubblicazione: 25/05/17

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.

 

Tribunale di Pavia (ex Vigevano)

Fallimento 2/2010

Curatore Dott.ssa Raffaella Esposito
Giudice Dott. Erminio Rizzi

Termine perentorio per il deposito delle offerte: ore 12.00 del 19.06 2017

Prezzo base € 5.650.000,00 (cinque milioni seicentocinquanta mila) oltre imposte di legge.

Vendita è fissata per il giorno 20 giugno 2017 ore 09:30.


1) "IMPIANTO INDUSTRIALE PER LA LAVORAZIONE DEL RISO CON RELATIVO STOCCAGGIO E MACCHINE UTENSILI". Composto dall’insieme degli impianti, delle macchine e le attrezzature di proprietà della fallita, site nello stabilimento in Ferrera Erbognone, strada provinciale 193/bis Pavia Alessandria, il tutto come individuato e valutato dagli stimatori incaricati in relazione peritale del 09.07.2010 a firma dei Dottori Cavi Parisetti e Rho, agli atti della procedura.

2) "MOBILI-ARREDI-ATTREZZATURE D'UFFICIO" Beni mobili situati nello stabilimento e nella palazzina direzionale in Ferrera Erbognone, strada provinciale 193/bis Pavia Alessandria, individuati negli elenchi, allegati sub A e sub B al verbale di inventario del 14.09.2010 e del 05.10.2010 agli atti del fallimento, precisando che da suddetti elenchi vanno esclusi i quadri, beni privi di valutazione peritale

3) "COMPLESSO IMMOBILIARE A DESTINAZIONE PRODUTTIVA" Composto: (i) dai capannoni produttivi, tettoia e silos costruiti tra il 2000 ed il 2007 con struttura verticale (pilastri) ed orizzontale (travi e copertura) e tamponamenti prefabbricati in cls armato, costituiti da più corpi di fabbrica di varia altezza (da 6 a 16 metri) collegati tra di loro, e distribuiti al piano terra ed al piano interrato, per complessivi 9.290 mq. di superficie lorda; in un corpo separato si trova la tettoia con struttura in acciaio (della superficie lorda di 730 mq.), che ospita la pesa-ponte e dall’attiguo locale di pesatura (della superficie lorda di 38 mq.); (ii) cabina elettrica (sup. lorda 29,80 mq.) e dalla vasca antincendio e locale pompa (interrati) in corpi separati; (iii) palazzina direzionale consistente in un fabbricato autonomo costruito con struttura prefabbricata, organizzato su tre piani collegati da grandiosa scala elicoidale prefabbricata in c.l.s. con finitura martellinata e con parapetto in acciaio inox, posta al centro di ampio atrio che disimpegna il piano seminterrato ad uso locale di sgombero, ripostiglio, centrale termica, locale tecnico e deposito automezzi con altezza interna di ml.2,30 (della superficie lorda di 606 mq.), il piano terreno rialzato ad uso uffici operativi comprendente n.7 locali ad uso ufficio/riunioni, n.2 servizi igienici, ripostiglio (sup. lorda 460 mq.) ed il piano primo ad uso uffici direzionali e di rappresentanza comprendente atrio, n.9 uffici, n.1 sala riunioni, n.5 servizi igienici, piccola cucina, archivio, locale tecnico (sup. lorda 606 mq.); (iv) abitazione custode che si sviluppa al piano terreno dello stesso edificio di cui al cespite precedente, ove occupa la superficie lorda di 146 mq. e dotata di ingresso indipendente dal giardino e comprende: ingresso, soggiorno, cucina, n.2 bagni, n.2 camere da letto e balconata; (v) corpo di fabbrica monopiano autonomo in corso di costruzione dove è progettata la localizzazione di uffici, laboratorio, mensa e locali servizi per operai e autotrasportatori; per 655 mq. lordi; l’edificio è “al rustico”. Beni immobili come individuati e corrispondenti al lotto A valutato dallo stimatore incaricato in relazione peritale del 19.07.2010 a firma del Geometra Massimo Casazza, agli atti della procedura.

Per ogni ulteriore informazione e/o chiarimento è possibile contattare Curatore dott. Mauro Zampollo (0381.77726).

 

 

Data Pubblicazione: 27/04/17

 

 

Documentazione disponibile:

Documenti in formato Pdf.
I link alla documentazione si aprono in una nuova finestra e potrebbero non essere conformi alla Legge 4/2004.